Teatro e ceramica, al “SamonA�” Massimo Lopez e Alberto Soldano

teatro-samona-rassegna-2016-001

La versatilitA� teatrale di Massimo Lopez e la��arte del ceramista Alberto Soldano. Quarto e ultimo appuntamento della rassegna di teatro e arte ceramica e figurativa al a�?SamonA�a�? di Sciacca, domani sera, venerdA� 20 gennaio 2017. Lo ricorda la��assessore allo Spettacolo e alla Promozione della Ceramica Salvatore Monte.

a�?La rassegna invernale nel nostro teatro popolare a�� dice la��assessore Salvatore Monte a��chiude con altri due grandi artisti. Dopo Serena Autieri, Giobbe Covatta e Toti e Totino, sul palcoscenico del SamonA� salirA� uno degli artisti piA? poliedrici del panorama nazionale: Massimo Lopez, attore e cantante dalle straordinarie capacitA� in grado di conquistare il pubblico, a teatro come in tv, con una��irresistibile comicitA� e una splendida voce. Lopez delizierA� il pubblico di Sciacca con le sue gag, i suoi monologhi, le sue imitazioni, le sue canzoni. Ad affiancare la��attore, avremo un A�nuovo maestro ceramista saccense. Dopo le mostre di Gaspare Patti, Angelo Toto e Salvatore Sabella, nel foyer del teatro ci saranno in esposizione le opere del maestro Alberto Soldano, molto apprezzato nei suoi cinquanta��anni di professione, per la sua arte, la sua operosa serietA�. Ringrazio tutti gli artisti che hanno reso importante questa iniziativa che tanto successo ha riscosso. Li ringrazio per la disponibilitA� e la��affettuosa partecipazione. A? stato un modo di offrire al pubblico momenti di incontro e divertimento che hanno anche consentito di promuovere la nostra storica arte. Ringrazio, infine, la Pro Loco per avere organizzato la rassegna che ha regalato alla cittA� quattro spettacoli di altissimo livello. Auspico lunga vita al nostro teatro popolare, con altrettanti momenti di altissimo livello artistico e culturalea�?.

alberto soldano

 

Breve biografia di Alberto Soldano

Nasce a Sciacca nel 1947. Affascinato fin da piccolo dalla bellezza delle ceramiche uscite dai laboratori, si iscrive alla��Istituto da��Arte a�?Bonachiaa�? per diventare maestro ceramista. Studia e nel frattempo frequenta le botteghe artigiane della sua cittA� per affinarsi e mettere in pratica gli insegnamenti e la lezione della storia artistica saccense, e giungere cosA� a uno stile personale e riconoscibile. Dopo una esperienza in Germania, rientra a Sciacca e nel 1973 apre una bottega nel centro storico insieme al fratello gemello Gaetano, bottega che si avvale oggi della collaborazione dei figli Antonio e Pasquale.

Le sue opere a�� statue, vasi, piatti, pannelli e altro a�� vengono subito apprezzate per i richiami alla storica tradizione e gli spunti da��arte contemporanea. Si apprezza non solo la��accuratezza del lavoro, la��originalitA� e la tavola cromatica sempre colta e ricca di nuove suggestioni, ma pure il genere naif con cui propone momenti della vita contadina e della pesca tradizionale.

Alberto Soldano ha partecipato negli anni a mostre e a varie iniziative in Italia, in Europa e negli Stati Uniti da��America.