Emergenza Covid-19, invito del sindaco Valenti agli esercizi di generi alimentari

“Ogni misura ci protegge, protegge noi, i nostri familiari, i nostri amici, i nostri dipendenti e tutta la rete dei nostri contatti”. Nel richiamare tutti i cittadini al massimo rispetto delle norme fino a oggi emanate, il sindaco di Sciacca Francesca Valenti rivolge un invito agli esercizi commerciali di generi alimentari per contribuire all’azione collettiva di contrasto e contenimento della diffusione del virus Covid-19.

Il sindaco Francesca Valenti chiede agli operatori del settore alimentare – che in questi giorni stanno facendo un lavoro straordinario – di attivare modalità di vendita che tutelino ancor di più la sicurezza e la salute dei dipendenti e dei clienti. Tali modalità si legano all’uso del telefono e a quello di internet per incentivare la spesa con ordine a distanza e consegna o a domicilio o in uno spazio dello stesso negozio.

C’è già chi lo fa.

Il cittadino contatta telefonicamente o online il negozio di generi alimentari e comunica l’elenco dei prodotti da acquistare. Poi concorda l’orario per il ritiro e il pagamento della spesa in negozio oppure la consegna presso la propria abitazione, rispettando tutte le disposizioni di sicurezza.

Lo scopo è quello di garantire sempre più la salute pubblica, evitando il più possibile occasioni di  contagio da Covid-19, limitando i contatti sia tra i cittadini sia tra i cittadini e gli operatori del settore alimentare.

Emergenza Covid-19, avviso per divieto agli spostamenti

Il sindaco Francesca Valenti ha diramato un avviso a seguito dell’ultimo decreto del presidente del Consiglio dei Ministri del 22 marzo 2020 e che riguarda, in particolare, la limitazione agli spostamenti, misura ritenuta di estrema importanza per il contrasto e il contenimento della diffusione del Coronavirus Covid-19:

A decorrere da ieri 23 marzo, E’ VIETATO a tutte le persone di trasferirsi o spostarsi, con qualsiasi mezzo di trasporto, in un Comune diverso da quello in cui si trovano.

Non è dunque consentito neppure il rientro presso il domicilio, l’abitazione o la residenza.

Gli spostamenti sono consentiti solo per documentate esigenze lavorative, per motivi di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. In questi casi i soggetti che rientrano a Sciacca devono darne immediata comunicazione a ufficiogabinetto@comunedisciacca,it, all’ASP ed al medico di fiducia nonché registrarsi sul sito www.siciliacoronavirus.it.

I trasgressori sono puniti ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale, se il fatto non costituisce un più grave reato, con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a 206 euro.

Si ricorda che, ai sensi dell’art. 438 del Codice Penale, “chiunque cagiona un’epidemia, mediante la diffusione di germi patogeni, è punito con l’ergastolo”.