La biblioteca “Cassar” rende omaggio a Sepùlveda, scrittore di favole e da favola

La biblioteca comunale di Sciacca “Aurelio Cassar” si associa al dolore di chi piange la prematura scomparsa di Luis Sepùlveda, ucciso a settant’anni dal coronavirus; così come esprime tristezza per tutte le vittime di un male che ha sconvolto l’umanità in questi primi mesi dell’anno 2020.

Scrittore cileno naturalizzato francese, Luis Sepùlveda era molto amato anche in Italia. Si è imposto sulla scena mondiale con il libro Il vecchio che leggeva romanzi d’amore, a cui sono seguiti tanti altri successi internazionali come Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare.

Altri suoi titoli editi in Italia: Il mondo alla fine del mondo, Un nome da torero, La frontiera scomparsa, Incontro d’amore in un paese in guerra, Diario di un killer sentimentale, Jacaré, Patagonia Express, Le rose di Atacama, Raccontare, Il generale e il giudice, Una sporca storia, Il potere dei sogni, Cronache dal Cono Sud, La lampada di Aladino, L’ombra di quel che eravamo, Ritratto di gruppo con assenza, Ultime notizie dal Sud, Ingredienti per una vita di formidabili passioni, L’avventurosa storia dell’uzbeko muto, La fine della storia, Storie ribelli; e le favole che hanno venduto milioni di copie in tutto il mondo divenendo un caso editoriale: la già citata Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare, Storia di un gatto e del topo che diventò suo amico, Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza, Trilogia dell’amicizia, Storia di un cane che insegnò a un bambino la fedeltà, Storia di una balena raccontata da lei stessa.

La morte del celebre scrittore è stata data come prima notizia da tutte le principali agenzie di stampa e testate giornalistiche che hanno ricostruito la sua vita, la sua produzione artistica, i riconoscimenti, il suo valore.

Sepúlveda, nato a Ovalle, in Cile, il 4 ottobre 1949, era dottore honoris causa alla Facoltà di Lettere presso l’Università di Urbino e della Facoltà di Lettere presso l’Università di Tolone (Francia). Tra i numerosi riconoscimenti ha ottenuto: il “France Culture Award Etrangère”, il Premio Internazionale “Ennio Flaiano”, il Premio internazionale “Grinzane Cavour”, il Premio della Critica in Cile, il Premio Piero Chiara alla Carriera, il Premio “Taobuk Award” per l’eccellenza letteraria, il Premio letterario Alessandro Manzoni alla carriera; il Premio Hemingway Letteratura. Nel 1999 venne ad Agrigento per ritirare l’Efebo d’Oro.

Uno scrittore di favole e da favola che continuerà a vivere, con la sua luce, la sua profondità, la sua leggerezza, nelle sue opere.

Emergenza Covid-19, buoni spesa assegnati a 1052 nuclei familiari

  

Nuovo bilancio sulla distribuzione dei buoni spesa, misura attivata con l’avviso diramato lo scorso 1 aprile dal sindaco Francesca Valenti e dal dirigente del Settore Affari Sociali Filippo Carlino a beneficio delle famiglie in difficoltà a seguito dell’emergenza coronavirus.

Agli uffici del Comune di Sciacca, conteggiando quanto pervenuto sia per email sia per WhatsApp (ieri, da avviso, era l’ultimo giorno), sono pervenute un totale di 3.063 istanze. Il 30 per cento – evidenzia il Settore – sono doppioni (stessa istanza inviata sia per WhatsApp sia per email), o richieste di informazioni o istanze presentate da soggetti dello stesso nucleo familiare.

Prima delle festività pasquali, sono stati consegnati buoni spesa a 796 nuclei familiari. Dal pomeriggio di oggi è prevista la consegna di altri buoni a 261 nuclei familiari.

Entro oggi l’ufficio completerà la verifica delle ultime 300 istanze per procedere alla stampa dei buoni.

Sono stati al momento esclusi dal beneficio dei buoni spesa 783 nuclei familiari in quanto beneficiari di reddito di cittadinanza, assegni o Naspi.

In ogni caso, le istanze degli esclusi verranno riviste nei prossimi giorni.

Emergenza Covid-19, aggiornamento elenco ditte accreditate per i buoni spesa

Pubblicato sul sito internet del Comune di Sciacca un nuovo elenco aggiornato delle ditte di generi alimentari e ditte di beni non alimentari di prima necessità che hanno aderito all’iniziativa dei buoni spesa. Sono in totale 51.

All’elenco reso noto lo scorso 8 aprile si sono infatti aggiunte altre otto imprese commerciali che hanno fatto pervenire istanza, così come da avviso pubblico “aperto” diramato dal Sindaco (eventuali altre ditte interessate, possono sempre inoltrare domanda alla email protocollo@comunedisciacca.telecompost.it).

L’elenco è utile ai beneficiari dei buoni spesa in quanto si trovano indicate tutte le ditte finora accreditate (supermercati, macellerie, pescherie, panifici, ortofrutta, farmacie, rivenditori di gas liquido ecc.) con relativo indirizzo dove recarsi ad acquistare quanto necessario.

ELENCO DITTE AGGIORNATO AL 15 APRILE 2020