“Riaprite le terme… per ridare speranza”

È partita questa mattina la marcia per le Terme di Sciacca, iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale e aperta alla città. Quattro giorni di cammino in quattro tappe, l’ultima con destinazione Palermo, piazza Indipendenza, dove ha sede il Palazzo della Regione Siciliana.

Prima della partenza dall’ex stazione di Capo San Marco, appuntamento alle 7 davanti allo stabilimento termale del piazzale Abisso, con il sindaco Francesca Valenti, gli assessori della Giunta, alcuni sindaci del territorio (Sambuca, Santa Margherita, Caltabellotta),  il deputato regionale Michele Catanzaro, rappresentanti della chiesa, di associazioni, comitati, organizzazioni sindacali e di categoria, volontariato, scuole (presenti i bambini della Sant’Agostino e alunni di altri istituti; hanno aderito all’iniziativa anche gli istituti  Rossi , Inveges, Scaturro e Fazello), con magliette e bandierine gialle “W le Terme”, tute, pantaloncini e scarpe da ginnastica.

Nella scalinata dello stabilimento è stato esposto lo striscione con la scritta “Riaprite le Terme… per ridare speranza”.

Obiettivo dell’iniziativa è “chiedere al proprietario dei beni, ovvero la Regione Siciliana, chiarezza e risposte concrete senza più rinvii sul futuro delle Terme di Sciacca”.