Trasferimento di 64 reperti archeologici al Museo del Mare

museo del mare allestimento“È un momento storico. Reperti di straordinario pregio archeologico vanno a impreziosire il nostro Museo del Mare. Un ulteriore tassello che ci avvicina alla completa fruizione della struttura di contrada Muciare”. È quanto dichiarano il sindaco Fabrizio Di Paola, il presidente del Consiglio comunale Calogero Bono e l’assessore ai Beni Culturali Salvatore Monte nel comunicare che questa mattina è iniziato il trasferimento di 64 reperti archeologici dai locali delle Giummare della Sovrintendenza ai Beni Culturali, dove sono stati custoditi, al Museo del Mare e delle Attività Marinare.

“Si è chiuso – spiegano – un lungo e articolato iter che ha visto impegnate le Sovrintendenze di Terra e di Mare e l’assessorato regionale ai Beni Culturali che qualche settimana fa ha finalmente dato il via libera all’autorizzazione finale per la concessione dei reperti al Museo del Mare di Sciacca. Sono, per la maggior parte, anfore. Molte di assoluto valore storico, risalenti anche al VI – VII secolo avanti Cristo, rinvenute nei fondali del nostro mare. Il trasferimento è curato dal Comune di Sciacca, sotto la vigilanza di dirigenti e funzionari della Sovrintendenza. Tutti i reperti saranno ora musealizzati ed esposti in una sala del Museo del Mare per essere fruiti dal pubblico”.

reperti-per-museo-del-mare

Mercato dell’agricoltore, incontro al Comune con organizzazioni di categoria

 

mercato ortofrutticolo

Si è svolta questa mattina nella Sala Giunta del Comune una riunione sul Mercato dell’Agricoltore di Sciacca che ha sede in piazza La Rosa, alla Perriera. La riunione è stata convocata dal vicesindaco e assessore alle Attività Produttive Silvio Caracappa. Presenti: Mario Turturici in rappresentanza dell’assessorato regionale alle Risorse Agricole, il presidente dell’UCI Paolo Mandracchia,  Dino De Vita in rappresentanza di Confagricoltura, Salvatore Craparo della Copagri.

“Sono state affrontate – dice l’assessore Silvio Caracappa – alcune tematiche legate alla funzionalità e buon andamento del mercato. È stato evidenziato, ancora una volta, il successo riscontrato dalla struttura, sempre più apprezzata da cittadini saccensi e da turisti, sia per la qualità dei prodotti che per i costi”.

 

Si è anche discusso di rinnovo delle autorizzazioni agli operatori.

“Così come ogni anno – dice l’assessore Caracappa – il 30 settembre scadrà il bando per la riassegnazione dei box. Pertanto, tutti coloro che vorranno presentare richiesta per far parte del mercato dell’agricoltore di Sciacca lo potranno fare entro la scadenza di fine mese”.

L’assessore Silvio Caracappa comunica, infine, che “il mercato dell’agricoltore, con i propri prodotti, sarà anche quest’anno presente alla manifestazione internazionale agroalimentare Blue Sea Land che si terrà il 7, 8 e 9 ottobre a Mazara del Vallo all’interno dello stand che allestirà il Comune di Sciacca”.

Terme di Sciacca, incontro alla Regione per accelerare procedure

terme di sciacca stabilimento

Un incontro con al centro le Terme di Sciacca si è tenuto questa mattina a Palermo, negli uffici dell’Assessorato regionale all’Economia. A convocarlo l’assessore Alessandro Baccei dopo la recente approvazione del parlamento siciliano della norma che autorizza il governo ad accendere un mutuo per riacquisire i beni delle terme siciliane di Sciacca e Acireale. Alla riunione hanno partecipato il sindaco Fabrizio Di Paola, il ragioniere generale della Regione Siciliana Salvatore Sammartano, il direttore dipartimento Finanze e Credito Giovanni Bologna, la dirigente dell’Ufficio Partecipate Grazia Terranova e il liquidatore delle Terme di Sciacca S.p.A. Carlo Turriciano.

“L’incontro di oggi – spiega il sindaco Fabrizio Di Paola – è servito per fare il punto della situazione dopo l’emanazione dell’ultima norma che stanzia fino a 18 milioni di euro per ricondurre a un’unica unità tutto il patrimonio termale, diviso tra la Spa e la Regione Siciliana. Il liquidatore predisporrà il bando a evidenza pubblica per la vendita a privati delle Piscine Molinelli, su cui c’è l’interesse della stessa Regione. La somma della vendita servirà a pagare i debiti contratti negli anni dalla società termale, diversi da quelli della Regione. A quel punto, seguendo la nuova normativa, il patrimonio potrebbe essere concesso al Comune di Sciacca che, a sua volta, sarà abilitato a emanare un bando a evidenza pubblica per l’affidamento della gestione del patrimonio”.

“L’incontro – conclude il sindaco Fabrizio Di Paola – ha avuto il senso di dare un’accelerazione al procedimento, avendo l’assessore all’Economia Baccei preso atto della forte volontà dell’Amministrazione comunale e della città di Sciacca a riaprire le Terme entro il più breve tempo possibile. Ci saranno ulteriori momenti di confronto per accelerare ulteriormente le procedure. L’attività dell’Amministrazione comunale, d’intesa con la Regione, sarà finalizzata nei prossimi giorni a mettere su bando per l’affidamento a privati del patrimonio termale”.

Rifiuti, parte il servizio del ‘porta a porta’ nelle nuove zone del centro storico. Appello alla collaborazione

cassonetti blu rifiuti

È partito oggi il nuovo servizio di raccolta differenziata dei rifiuti “porta a porta” nelle nuove zone del centro storico, contemplate nell’ordinanza n. 18 emessa lo scorso 14 settembre. È quanto rendono noto il sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore all’Ecologia Gaetano Cognata.

L’ordinanza n. 18, si ricorda, ha ampliato l’area del servizio “porta a porta” per la raccolta delle seguenti tipologie di rifiuto: umido differenziato, secco multimateriale differenziato, secco residuale. La zona ricade all’interno delle seguenti piazze e strade e a quelle interne alle stesse arterie: piazza Saverio Friscia, Via Licata, Via Perollo, piazza San Nicolò, Via Conte Luna, Via Porta San Calogero, Via Giuseppe Mazzini (fino al civico 80), Via Kronio, Via Morandi, Piazza Marconi, Via Conzo, Piazza Carmine, Via Incisa, Vicolo Cavalleggeri, piazza Rossi, Corso Vittorio Emanuele (compreso quartiere dei Marinai).

 

Questo l’eco-calendario

  • Lunedì, giovedì e sabato: raccolta del rifiuto umido differenziato;
  • Mercoledì e venerdì: raccolta del rifiuto secco multimateriale;
  • Martedì: raccolta del secco residuale.

I rifiuti dovranno essere esposti davanti alla propria abitazione, nelle giornate previste dalla raccolta, dalle ore 21 alle ore 6 del mattino servendosi esclusivamente degli appositi sacchetti opportunamente chiusi e annodati, contenuti nelle biopattumiere o nei contenitori carrellati.

 

Il sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore Gaetano Cognata invitano i cittadini al massimo rispetto delle disposizioni e delle modalità di selezione dei rifiuti non solo nella zona coperta dal servizio “porta a porta” ma in tutte le restanti aree del territorio al fine di aumentare sempre di più le percentuali di raccolta differenziata e scongiurare problemi di natura igienico-sanitaria. “È proprio di questi giorni – dicono – la nuova ordinanza del presidente della Regione che riduce il conferimento del quantitativo del rifiuto indifferenziato presso la discarica di Catania, da 70 tonnellate a 44,5 tonnellate giornaliere. Invitiamo, pertanto, i cittadini alla massima collaborazione per far funzionare il sistema ed evitare emergenze”.

Portale dei servizi comunali .Via Roma, 13– SCIACCA Centralino: 0925.20111 Partita IVA 00220950844