Attesa per concerto di Massimo Ranieri: vicini al sold-out. Emessa ordinanza viabilità

Massimo Ranieri

Attesa per il concerto di Massimo Ranieri, evento musicale inserito nel programma dell’Estate saccense 2015. L’artista si esibirà domenica sera, 2 agosto, in piazza Rossi, nel centro storico della città, con lo spettacolo “Sogno o son desto” in cui mescolerà tutti i suoi successi con quelli di grandi autori di musica e teatro. Si prevede una grande partecipazione di pubblico: siamo quasi al tutto esaurito, comunicano il sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore allo Spettacolo Salvatore Monte,

In occasione del concerto, il comando della Polizia Municipale ha emesso una ordinanza per la disciplina della viabilità, per il buon esito dell’evento e garantire la sicurezza dei partecipanti.

I provvedimenti entreranno in vigore alle ore 14 di domenica 2 agosto 2015 e varranno fino al termine della manifestazione. Ecco le principali prescrizioni del provvedimento:

 

-          Sarà istituito il divieto di transito per tutti i veicoli, a motore e non, dalle ore 17:00 sino al termine della manifestazione, nel Corso Vittorio Emanuele, nel tratto compreso tra la Piazza Saverio Friscia e l’intersezione con la Via Pietro Gerardi, e nella Via Roma.

 

-          Via Licata sarà considerata carreggiata necessaria come via di fuga con l’istituzione del divieto di sosta ambo i lati con rimozione, nel tratto compreso tra il Vicolo Tommasi e la Piazza Marconi;

 

-          Sarà istituito il divieto di transito nella Via Incisa, nel tratto compreso tra la Piazza Carmine e il Corso Vittorio Emanuele; pertanto, tutti i veicoli, provenienti dalla Via Carlo Marx, giunti in corrispondenza della Piazza Libertà, dovranno rispettivamente svoltare a destra (Via Mori), a sinistra (via Friscia Maglienti);

 

-          Sarà istituito il divieto di accesso nella via Mori con direzione di marcia Piazza Libertà, nel tratto compreso tra la via Gramsci e la P.zza Libertà, con segnale verticale di preavviso collocato all’intersezione tra la Via Mori e la via F.lli Argento;

 

-          Sarà istituito il divieto di transito nella Via Cavalleggeri, nella Via Eleonora D’Aragona e in tutta la Piazza Mariano Rossi.

 

-          Sarà riservato nella Via Eleonora D’Aragona, nel tratto compreso tra la scalinata e la Banca Unicredit, uno spazio riservato per i mezzi dell’organizzazione del concerto.

 

-          Sarà istituire il divieto di transito nel tratto tra la Piazza Mariano Rossi e la Via Incisa.

 

-          Sarà istituito il divieto di sosta con rimozione coatta in tutta la Piazza Mariano Rossi, sia all’interno del parcheggio S.G.S., sia all’esterno, dalle ore 14:00 sino al termine della manifestazione.

 

-          Sarà istituito il divieto di sosta ambo i lati e con rimozione coatta nella Via Cavalleggeri e nella strada di collegamento tra la Piazza Mariano Rossi, nella Via Eleonora D’Aragona e la Via Incisa, (con esclusione del lato destro riservato esclusivamente ai veicoli condotti da soggetti muniti di apposito contrassegno invalidi).

 

-          Sarà istituito il divieto di sosta lato destro e con rimozione coatta nel Viadotto Cansalamone, tra la Via Ovido e la Via Modigliani, nella direzione di marcia che dalla medesima Via Ovidio conduce alla Via Modigliani, dalle ore 14:00 sino al termine della manifestazione.

 

-          Sarà istituito il divieto di sosta lato destro e con rimozione coatta nella Via Ghezzi, nel tratto compreso tra la Via Aldo Moro e il Viale delle Terme, nella direzione di marcia che conduce al centro città, dalle ore 14:00 sino al termine della manifestazione;

 

-          Sarà istituito il divieto di sosta lato destro (direzione via Mazzini) nella via Porta San Calogero, tratto compreso tra la Prampolini e la Via Mazzini.

“No agli aumenti tariffari del canone irriguo”, sindaco Di Paola e ass. Caracappa si rivolgono al Consorzio di Bonifica Agrigento 3

sciaccapanoramica

Contro l’aumento delle tariffe del canone irriguo, il sindaco Fabrizio Di Paola e il vicesindaco e assessore all’Agricoltura Silvio Caracappa hanno indirizzato una nota al Commissario Straordinario e al Direttore Generale del Consorzio di Bonifica Agrigento 3, Fabrizio Viola e Pieralberto Guarino.

“Ci giungono notizie – scrivono il sindaco Di Paola e l’assessore Caracappa – che agli operatori agricoli del territorio siano state recapitate cartelle esattoriali relative all’anno irriguo 2012 con cui si certifica l’aumento, per quell’annata, del costo dell’acqua da 15 a 19 centesimi al metro cubo. Ciò ci ha sorpreso e preoccupato e sta destando non poco allarme tra gli operatori, in un momento, si evidenzia, in cui l’agricoltura ha solo bisogno di sostegni economici dopo una stagione invernale difficile e non di aumento di costi, tra l’altro non attesi. Sull’argomento del canone irriguo, questa Amministrazione ha in corso da tempo una interlocuzione con l’assessorato regionale all’Agricoltura. Proprio qualche settimana fa, abbiamo chiesto un incontro per sollecitare il mantenimento degli impegni ad oggi non mantenuti che prevedono il blocco del costo dell’acqua a 15 centesimi, facendosi carico – così come promesso in quegli anni dal Governo in carica – dell’eventuale aumento degli importi tariffari, in modo da consentire ai Consorzi di Bonifica la regolare operatività finanziaria e agli agricoltori di non essere ulteriormente danneggiati nelle loro attività. Con le cartelle inviate in questi giorni, il Consorzio diffida gli operatori a pagare il canone a 19 centesimi pena la sospensione dell’erogazione del servizio idrico in caso di inadempienza. Si fa presente che sospendere l’erogazione idrica nel mese di agosto, in piena stagione estiva, avrebbe conseguenze disastrose da tutti i punti di vista. E siamo molto preoccupati non solo per i danni che si causerebbero ma per le tensioni già in atto”.

“In attesa del richiesto intervento della Regione Siciliana e dello svolgimento dell’incontro che su questo tema si terrà nei prossimi giorni alla presenza di altre Amministrazioni comunali impegnate al fianco degli agricoltori”, il sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore Silvio Caracappa hanno chiesto ai vertici del Consorzio di Bonifica Agrigento 3 “il congelamento delle tariffe a 15 centesimi, il differimento di ogni decisione almeno fino al mese di settembre e il mantenimento della regolarità del servizio di irrigazione”.

Il sindaco Di Paola a Girgenti Acque: “Si fermino i distacchi delle utenze idriche”

marina sciacca

“Non privare i cittadini di un bene indispensabile come l’acqua. Girgenti Acque si fermi con i distacchi delle utenze”. E’ quanto ha chiesto il sindaco Fabrizio Di Paola a Girgenti Acque.

“Facendo seguito alla pregressa e copiosa corrispondenza, – scrive il sindaco in una lettera inviata alla società  e all’Ato idrico – si ribadisce per l’ennesima volta la contrarietà di questa Amministrazione comunale ai distacchi delle utenze idriche, ancor di più in questo periodo. Mi giungono notizie da più parti di sospensioni del servizio che stanno creando tanta apprensione. Pur in presenza di legittime pretese della società, non appare accettabile privare una famiglia di un bene indispensabile, di vitale importanza, riconosciuto come un diritto”.

Il sindaco Fabrizio Di Paola ha chiesto, pertanto, “di percorrere soluzioni alternative al distacco e, comunque, di interrompere ogni azione per tutta la stagione estiva”.

Proroga del termine di approvazione dei bilanci di previsione dei soli comuni siciliani

Comune sciacca con bandiere

Il sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore alle Finanze Ignazio Bivona rendono noto che il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha richiesto e ottenuto dalla conferenza Stato-Regioni il via libera per la proroga dell’approvazione dei bilanci di previsione dei soli comuni siciliani, dal 30 luglio al 30 settembre 2015.

 

“Per il comune di Sciacca – dicono il sindaco Di Paola e l’assessore Bivona – è un provvedimento importante. Sebbene il Comune abbia subito ingenti tagli dallo Stato e dalla Regione Siciliana, l’Amministrazione sta lavorando per la definizione del bilancio di previsione senza prevedere alcun aumento delle aliquote fiscali. La proroga è prevista per la sola Sicilia in quanto i provvedimenti in materia di armonizzazione posti in essere dalla Regione hanno creato una serie di incertezze che solo qualche giorno fa sono state sciolte. La Regione Siciliana prima ha determinato lo slittamento dei principi di armonizzazione del bilancio al primo gennaio 2016 e poi in modo repentino ha disposto che gli stessi principi andavano immediatamente applicati (così come accade in tutti i Comuni d’Italia). Costante è stata l’interlocuzione con il Ministero dell’Interno al quale il Comune di Sciacca e i Comuni siciliani si sono rivolti per ottenere l’importante provvedimento che oggi è alla firma del ministro Angelino Alfano, il quale ha da sempre mostrato grande sensibilità per il comune di Sciacca e per tutti gli altri comuni della Regione”.

Portale dei servizi comunali Via Roma, 13 – 92019 Centralino: +39.0925.20111 Partita IVA 00220950844